Home » ISEE 2015

ISEE 2015

ISEE 2015 ISTRUZIONI PER L'USO

 

 

 

La nuova normativa prevede, oltre al modello ISEE standard o ordinario, anche i seguenti modelli ISEE specifici che, a seconda della prestazione richiesta e delle caratteristiche del nucleo familiare, possono essere:

lSEE Università:

il nucleo familiare dello studente fuori sede e non autonomo, coincide con quello dei genitori, indipendentemente dalla sua residenza anagrafica;

ISEE Socio-sanitario:

in caso di persone maggiorenni con disabilità è lasciata facoltà di scegliere un nucleo più ristretto rispetto a quello ordinario;

ISEE Socio-Sanitario-Residenze:

oltre alla facoltà di scegliere un nucleo familiare più ristretto, rispetto a quello ordinario, si deve tener conto anche della condizione economica dei figli del beneficiario non inclusi nel nucleo familiare;

ISEE Minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi:

si deve tener conto anche della condizione economica del genitore non coniugato e non convivente.

Inoltre è possibile determinare un ISEE Corrente che consiste in un ISEE aggiornato ai redditi degli ultimi 12 mesi, qualora si fossero verificate rilevanti variazioni del reddito a seguito di particolari eventi, quali ad esempio la perdita del posto di lavoro.

DOCUMENTAZIONE UTILE ALLA COMPILAZIONE  

Nell’elaborazione del modello ISEE, la nuova normativa prevede che si dichiarino tutti i redditi percepiti nei due anni antecedenti la data di presentazione del modello (es. ISEE 2015, redditi 2013) e la situazione patrimoniale mobiliare ed immobiliare dell’anno precedente (es. ISEE 2015, situazione al 31 dicembre 2014), in entrambi i casi i dati richiesti devono essere riferiti a tutti i componenti del nucleo familiare.

Di seguito si elencano, a titolo meramente esplicativo e non esaustivo, alcuni documenti necessari per la compilazione del modello ISEE 2015:

> Copia tesserino del codice fiscale e documento d’identità del dichiarante in corso di validità;

> Copia tesserino del codice fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare anche per il coniuge e/o

figli a carico con residenza diversa;

> Certificato o autocertificazione dello stato di famiglia risultante al momento della presentazione della

richiesta;

> Certificazioni attestanti il riconoscimento d’invalidità se presenti nel nucleo familiare;

> Contratto di affitto registrato (in caso di residenza in locazione).

REDDITI (percepiti nei due anni precedenti la data di presentazione del modello ISEE) 

>     Copia dichiarazione redditi (modello 730 o Unico) o certificazione dei redditi da lavoro dipendente o pensione (Modelli CUD) utili anche nel caso si dovessero rilevare inesattezze nei dati acquisiti direttamente negli archivi dell’Agenzia delle Entrate o dell’Inps;

>     Certificazioni e/o altra documentazione attestante:

  • compensi, indennità, trattamenti previdenziali e assistenziali, redditi esenti ai fini Irpef, indennità esenti da irpef erogate da enti diversi dall’Inps;
  • somme percepite per lavori socialmente utili;
  • redditi prodotti all’estero;
  • redditi percepiti da Organismi internazionali o rappresentanze diplomatiche;
  • somme percepite da lavoratori frontalieri;
  • borse e/o assegni di studio;
  • assegni di mantenimento per coniuge e figli;
  • compensi erogati per prestazioni sportive dilettantistiche (ivi compreso somme percepite da enti musicali, filodrammatiche e similari);
  • dottorati di ricerca;
  • compensi occasionali;
  • redditi fondiari di beni non locati soggetti all’IMU;
  • redditi fondiari di beni situati all’estero non locati soggetti all’IVIE.

PATRIMONIO MOBILIARE E IMMOBILIARE (al 31/12 dell’anno precedente la presentazione dell’ISEE)  

>     Documentazione attestante il valore del patrimonio mobiliare, anche se detenuto all’estero, e dati dell’operatore finanziario relativo a:

  • depositi bancari e postali, libretti di deposito, titoli di stato, obbligazioni, azioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi d’investimento, masse patrimoniali, forme assicurative di risparmio, ammontare dei premi assicurativi sulla vita versati dalla data della stipula e fino al 31 dicembre dell’anno precedente la richiesta, ecc.;
  • giacenza media annua riferita a depositi bancari e/o postali;
  • per le partecipazioni azionarie in società non quotate o in società non azionarie: il valore del patrimonio netto risultante dall’ultimo bilancio presentato;
  • per le partecipazioni azionarie in società quotate: il valore rilevato alla data del 31/12 dell’anno precedente a quello di presentazione della DSU;
  • per le imprese individuali in contabilità ordinaria il valore del patrimonio netto, ovvero per le imprese individuali in contabilità semplificata la somma delle rimanenze finali e dei beni ammortizzabili al netto degli ammortamenti;
  • certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni, e/o altra documentazione sul patrimonio immobiliare, anche se detenuto all’estero (fabbricati, terreni agricoli, aree edificabili);
  • atto notarile di donazione di immobili (solo per le richieste di prestazioni socio-sanitarie residenziali)
  • certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà.

PORTATORI DI HANDICAP

>  certificazione dell’handicap (denominazione dell’ente che ha rilasciato la certificazione, numero del documento e data del rilascio);

>  eventuali spese pagate per il ricovero in strutture residenziali (nell’anno precedente la presentazione della DSU) e/o per l’assistenza personale (detratte/dedotte nella dichiarazione dei redditi del secondo anno precedente a quello di presentazione della DSU).

AUTOVEICOLI E IMBARCAZIONI (di proprietà alla data di presentazione della DSU) 

>  Targa o estremi di registrazione al P.R.A. e/o al R.I.D. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni da diporto.

STUDIO BELFIORE - CURRIVIA MONTEFALCO 4000181 ROMA ROMATel: 06 7823333Fax: 06 7801090

Corriere.it

IlSole24Ore.it

Gazzetta.it

Repubblica.it

NYTimes.com